INDAGINE: L’impatto dello smart working sul benessere psicofisico dei lavoratori

INDAGINE: L’impatto dello smart working sul benessere psicofisico dei lavoratori


Il Covid-19 ha imposto trasformazioni che fino al giorno prima sembravano impensabili. Nessun ambiente di lavoro è più quello che era fino a pochi mesi fa e molte aziende hanno dovuto imporre il lavoro da casa.
I lavoratori sono stati chiamati a dimostrare una sempre maggiore dinamicità e flessibilità a fronte di un ambiente mutevole e imprevedibile. Una risposta al cambiamento e a questi contesti così complessi consiste spesso nella manifestazione di disagio.
Quali sono state, quali sono oggi e quali saranno in futuro le vere conseguenze del lavoro agile per le aziende e per i lavoratori?

Questo progetto nasce dall’esigenza di rispondere a questa domanda, ma l’obiettivo finale è sviluppare strumenti e linee guida più efficaci per la gestione delle risorse e dello “smart working”.

Chi può aderire al progetto?

Tutte le aziende in cui una parte – o la totalità – dei lavoratori abbiano lavorato da casa almeno 4 giorni su 5 da marzo a oggi. 

Perché aderire al progetto?

  • Monitoraggio del percepito dei lavoratori: comprendere il percepito e i bisogni dei lavoratori, conseguentemente definire interventi mirati.
  • Bench Mark: possibilità di confrontarsi con le altre realtà aziendali, individuando gli indicatori da utilizzare per monitorare le prestazioni aziendali.
  • Contribuire alla ricerca: contribuire ad una importantissima raccolta dati, i cui risultati saranno un contributo prezioso per la ricerca e saranno pubblicati sulla rivista scientifica Journal of Health and Social Science, nonché sulla rivista di AIPMeL (Giornale Italiano di Psicologia e Medicina del Lavoro).
  • Valutazione approfondita da integrare al DVR: i risultati dell’indagine potranno essere accorpati al DVR come forma di valutazione approfondita del rischio stress lavoro-correlato.

Come partecipare?

1. Scrivi all’indirizzo e-mail progetti@aipmel.it per richiedere il modulo di partecipazione.
2. Compila e inoltra il modulo all’indirizzo progetti@aipmel.it entro il 16 aprile 2021.
3. Versa la quota di contribuzione alla ricerca (€ 500,00).
4. Invia il link che ti verrà fornito da AIPMeL a tutti i lavoratori che vuoi coinvolgere nell’indagine (il link è personalizzato per ciascuna azienda; è compilabile una sola volta da dispositivo).
5. Ricorda ai lavoratori di rispondere al questionario entro il 30 maggio 2021.
6. Partecipa al convegno di presentazione dei dati il 26 giugno 2021.
7. Ricevi il report finale entro il 20 luglio 2021.


Contatti

Per ogni ulteriore informazione scrivici all’indirizzo e-mail: progetti@aipmel.it

Responsabile del Progetto: Giuseppe Ferrari

Referente Organizzativo: Maria Sara Introvini

Comitato Scientifico: Mauro Valsiglio, Vincenzo Nicosia, Stefano Giordani

Vi aspettiamo al convegno del 26 giugno!